La Collezione 555.18 è Menzione d’Onore del Compasso d’Oro 2020

Storico risultato per noi tutti:  il premio è stato riconosciuto grazie alla ricerca d’impresa e a quasi cent’anni di competenze tecnologiche applicate al legno.

Il Compasso d’Oro è il massimo riconoscimento al design italiano.  Biennale, con una giuria nazionale e internazionale di oltre 200 persone, l’edizione del 2020 ha premiato le eccellenze andate in produzione nel 2018 e 2019; quasi 1800 progetti sono stati candidati. Il 9 settembre, presso la sede ADI di Milano, sono stati assegnati 18 Compassi d’Oro e 38 Menzioni d’Onore.

Tra queste, la prodigiosa collezione 555.18 di TABU, che è la più vasta raccolta al mondo di piallacci naturali tinti e multilaminari per l’arredo e l’architettura di interni.

TABU è stata l’unica azienda di “filiera”, presentando una collezione di semilavorati in legno, a conquistare un riconoscimento nella cerimonia del Compasso d’Oro.

Accanto a TABU, sono state premiate aziende quali Foscarini, Boffi| DePadova, Antonio Lupi Design, MV Agusta Motor, Fantoni, Piaggio, Bticino. Tra i Compassi d’Oro: Flos, Zanotta, Ferrari, Momodesign, Brembo, Enel, Gallerie degli Uffizi, Flou.

Da questo momento, la Collezione 555.18 entrerà a far parte della Collezione permanente del Compasso d’Oro, presso la sede dell’Associazione per il Disegno Industriale in via Ceresio 7 a Milano.

Istituito nel 1954, il Premio Compasso d’Oro ADI è il più antico ma soprattutto il più autorevole premio mondiale di design. Nato da un’idea di Gio Ponti fu per anni organizzato dai grandi magazzini la Rinascente, allo scopo di mettere in evidenza il valore e la qualità dei prodotti del design italiano allora ai suoi albori. Successivamente esso fu donato all’ADI che dal 1958 ne cura l’organizzazione, vigilando sulla sua imparzialità e sulla sua integrità. I quasi trecento progetti premiati in oltre cinquant’anni di vita del premio, insieme ai quasi duemila selezionati con la Menzione d’Onore, sono raccolti e custoditi nella Collezione Storica del Premio Compasso d’Oro ADI la cui gestione è stata affidata alla Fondazione ADI, costituita allo scopo dall’ADI nel 2001.

Il premio Compasso d’Oro viene assegnato sulla base di una preselezione effettuata dall’Osservatorio permanente del Design dell’ADI, costituito da una commissione di esperti, designer, critici, storici, giornalisti specializzati, soci dell’ADI o esterni a essa, impegnati tutti con continuità nel raccogliere, anno dopo anno, informazioni e nel valutare e selezionare i migliori prodotti i quali vengono poi pubblicati negli annuari ADI Design Index.

Con un’iniziativa che non ha precedenti nell’ambito del design internazionale il Ministero dei Beni Culturali – Soprintendenza Regionale per la Lombardia, con Decreto del 22 Aprile 2004, ha dichiarato “di eccezionale interesse artistico e storico” la Collezione Storica del Premio Compasso d’Oro ADI, inserendola conseguentemente nel patrimonio nazionale.

 

Per ulteriori informazioni:

Francesca Losi

Responsabile Comunicazione TABU spa

Cell. 338 28 68 600

fl@tabu.it